Fase 3: Unimpresa, rischio decadenza per procedimenti giudiziari

| Posted by | Categories: News

«Gli operatori del diritto sono costretti a esaminare con molta attenzione ogni singola controversia per evitare di cadere in decadenze e non poter partecipare, pur da remoto, alle udienze. A ciò va aggiunto che molti giudici civili hanno rinviato le udienze già fissate oltre i termini di sospensione necessaria a inverosimilmente lontane del 2021 fuori da ogni logica conseguente al Covid-19». Lo dichiara il consigliere nazionale di Unimpresa, Giacomo Spada, in relazione alle disposizioni di termini processuali e procedimentali introdotte col decreto liquidità. «È tutto un pandemonio di date e disposizioni più di una volta modificate che hanno provocato solo incertezze e confusione. Infatti, così come è successo tra governo e regioni, allo stesso modo, oltre alle disposizioni del governo si sono accavallate le diverse disposizioni dei vari capi degli uffici giudiziari che nel loro ambito (tribunale, corte di appello e sezioni di esecuzione, mobiliare e immobiliare) hanno dato disposizioni poco chiare e frammentarie» aggiunge Spada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi